Un successo la 50ª Mostra dell'Artigianato Artistico

“Grande affluenza: oltre 40.000 passaggi complessivi (20.000 in funicolare)”

Soddisfazione di espositori ed attività commerciali

Oltre ottanta espositori (metà dei quali in arrivo da fuori Provincia), dieci “Mostre nella Mostra”, tredici laboratori per bambini ed adulti ripetuti tutti i giorni per un totale di oltre quaranta appuntamenti, dodici concerti e spettacoli suddivisi tra piazza Maggiore ed i giardini del Belvedere: sono questi i numeri più significativi dell'edizione numero cinquanta della Mostra dell'Artigianato Artistico di Mondovì, andata in scena nel quartiere di Piazza dal 14 al 19 agosto.

 

Una grande festa collettiva riservata ad una manifestazione avviata mezzo secolo fa dall'intuizione degli Amici di Piazza, gruppo di appassionati monregalesi innamorati della loro terra. L'evento ancora oggi racchiude in sé l'obiettivo primario: offrire una sfavillante attrattiva ai turisti che, a cavallo di Ferragosto, invadono le vallate ed i colli del Monregalese, in una Granda sempre più attraente. Una Mostra che ha saputo stare al passo con i tempi, ristrutturandosi senza mai perdere la propria vocazione iniziale: la valorizzazione delle opere di artigianato artistico locale e non, seguendo un percorso rivolto alla continua ricerca di eccellenza.

 

«I dati oggettivi – dichiara Mattia Germone, presidente dell'associazione “La Funicolare” - parlano di venti mila passaggi in funicolare nei sei giorni di Mostra, ma stime verosimili e prudenziali ci spingono verso un raddoppio della cifra per indicare l'impatto complessivo dell'evento sulla nostra Città. Sono stati infatti molti i visitatori che hanno deciso di raggiungere in maniera autonoma il Monte Regale, con una affluenza costante e ben distribuita nei diversi luoghi dell'evento. In migliaia hanno visitato le “Mostre nella Mostra” (1000 i passaggi per “Piatti e Ricordi” al Museo della Ceramica), cinquecento le persone che hanno affollato le visite guidate al palazzo dell'ex tribunale ed una lunga ed apprezzata diretta RAI che, secondo i dati di ascolto, ha portato nelle case di 350.000 telespettatori non solo la MAA ma tutto il nostro territorio. Il riscontro più atteso è per noi giunto dagli espositori, pienamente soddisfatti per aver deciso di esser presenti a Mondovì, così come le attività commerciali e di ristorazione della piazza che hanno contribuito alla realizzazione dei concerti. Una manifestazione in cui il territorio crede fortemente e per questo continua ad investire con risultati molto lusinghieri. Per questo oggi non è solo tempo di bilanci ma di nuove sfide: ci rivediamo a Mondovì per la 51ª edizione della Mostra, in programma da mercoledì 14 a domenica 18 agosto 2019».

 

La macchina organizzativa ha avviato i lavori di disallestimento, i galletti scenderanno presto a terra e saranno nuovamente oggetti da collezione e ricordo: i preziosi cimeli saranno disponibili nella mattinata di sabato 25 agosto in piazza Cesare Battisti (offerta minima 5 € per quelli colorati, 10 € per l'edizione limitata “pizzi blu”). Dalle lettere ai pallamondi sino alle piccole mongolfiere ed ai galletti, veri e propri simboli di un evento destinato a rimanere a lungo nella memoria collettiva, grazie a fotografie indelebili negli occhi e nelle menti dei visitatori.

 

Sono numerosi i ringraziamenti del Direttivo dell'Associazione “La Funicolare”, da cinque anni organizzatrice della MAA: in primis il Comune di Mondovì per il contributo e la collaborazione di uffici ed amministratori, in particolare all'assessore Erika Chiecchio per la costante presenza in Mostra; il comando della Polizia Locale per la preziosa collaborazione e disponibilità; Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, Fondazione Cassa di Risparmio Torino, Confartigianato Cuneo e Mondovì e Camera di Commercio di Cuneo per il prezioso contributo; l'ATL del Cuneese per la proficua collaborazione; tutti gli espositori e gli artisti intervenuti a questa 50° edizione; i soci dell'associazione per il supporto; gli infaticabili volontari, a disposizione dell'evento per più di venti giorni; agli esercenti e commercianti che hanno contribuito alla realizzazione degli spettacoli con un contributo serale ed in particolare: Cantine Bonaparte, Trattoria dei Bressani, Pizzeria Il Belvedere, Pizzeria La Piemontese, Rosticceria La bottega del grano, Cremeria La Fontana, Cremeria dell’Antico Borgo, Tabaccheria della Piazza, Il Macinino, Osteria Bar Bertaina e Farmacia Aragno; gli amici di Piazza per la collaborazione e la disponibilità di materiale; il Presidente del Tribunale per la disponibilità degli spazi; i Giornalisti per la proficua collaborazione nella promozione della Mostra; i visitatori intervenuti così numerosi; tutti quelli che hanno proposto i laboratori, fiori all’occhiello della mostra; la protezione civile per la disponibilità ed in particolare Mauro Gasco per tutto il supporto fornito; i ragazzi dei punti info: efficientissimi e sempre presenti durante tutto l’orario della Mostra; la moglie di Luigi Caldano per la collezione di piatti messi a disposizione per la mostra dei 50 anni; Ezio Tino per l’interessamento e l’allestimento della Mostra all’intero del Museo della Ceramica; Ernesto Billò per la presentazione; Tonino Rizzi per l'inesauribile collaborazione; il Comitato bocce quadre per l’organizzazione del sesto Campionato Italiano; Tiziana e Mariarosa Rossi dell’Esedra: segreteria efficientissima della Mostra; infine, grazie a Valter Cavallero, un “amico di Piazza” della vecchia guardia che, da cinquant'anni è a disposizione della Mostra.

 

Arrivederci alla prossima edizione!!! #maa2019

Seguici su Facebook per tutti gli aggiornamenti!

 

 

 

Edizioni precedenti