Una Mostra da record: visitatori in crescita costante

Oltre 18000 passaggi sulla funicolare durante i cinque giorni dell'evento

Mondovì regina dell'estate monregalese, capoluogo di un territorio in grado di offrire innumerevoli proposte: dal relax all'arte, dall'enogastronomia alle attività sportive, dalle bellezze naturali alle inestimabili opere architettoniche. Un'offerta variegata e per certi versi eclettica che sta portando l'intera Città di Mondovì alla ribalta non solo nel panorama regionale ma nazionale. Una peculiarità evidenziata ed impreziosita dall'operato dell'Associazione “La Funicolare” che, per la quarta volta, ha organizzato la storica Mostra dell'Artigianato Artistico nel rione alto della Città.

La manifestazione, giunta ormai ad un passo dal mezzo secolo di vita con le sue quarantotto primavere, catalizza da sempre l'attenzione non solo dei tanti monregalesi ma anche dei numerosi turisti presenti o arrivati in zona attirati dall'alto livello della Mostra stessa. Un evento che ha saputo rinnovarsi nel segno della tradizione, mantenendo sempre fede alla propria volontà di celebrare l'eccellenza dell'artigianato artistico italiano.

Il primo record è dovuto al numero degli espositori: oltre cento le presenze per l’edizione 2016, con artisti da tutta Italia e dall'estero. La Mostra andata in scena dal 12 al 16 agosto verrà infatti etichettata come l'edizione “delle lettere”: ben 3000, variegate e colorate, appese lungo le vie del centro storico di Breo e Piazza, un vero e proprio fil rouge tra i due quartieri commerciali naturali della Città in onore del quindicennale di vita del Museo Civico della Stampa, vero e proprio gioiello che è stato celebrato anche da un servizio di approfondimento andato in onda su RaiTre.

Superati anche i 17mila passaggi in funicolare della scorsa edizione: dal 12 al 16 agosto sono stati infatti mille in più i passeggeri registrati dall'affascinante mezzo di trasporto monregalese, cifre che ben quantificano il successo della Mostra, senza contare tutti i visitatori che hanno raggiunto il rione di Piazza con altri mezzi.

«Stiamo crescendo - afferma Mattia Germone, presidente de “La Funicolare” - non solo come numero di visitatori ma soprattutto come quantità, qualità ed eccellenza di espositori, spettacoli e 'mostre nella mostra'. Il contesto della nostra meravigliosa città si presta benissimo da cornice per una rassegna di prodotti che vengono da ogni parte d’Italia: dietro ognuno di loro vi è una storia ed il risultato che otteniamo, sia noi organizzatori sia gli artigiani presenti, appaga veramente tutti gli sforzi organizzativi. Mi piace usare la frase che una delle espositrici pronuncia quando vende un proprio pezzo: “ha trovato casa!” Ebbene sì, questo è lo spirito con cui noi accogliamo gli espositori e questa formula, anno dopo anno, premia la qualità della rassegna. Sono orgoglioso di ricoprire, quest’anno, il ruolo di Presidente perché se già prima vi era un senso di responsabilità molto forte per l’organizzazione, quest’anno è stata ancora più sentita e a tratti, riscoprendo persone e tesori della nostra Città come Masante e Cavallero ed il 'loro' Museo Civico della Stampa, mi sono anche commosso. I ringraziamenti sarebbero davvero tanti a partire da Tiziana e Mariarosa dell’Esedra, il Comando dei vigili urbani, le autorità e le istituzioni che appoggiano anche economicamente la manifestazione e tutti i fantastici volontari: sono molto preziosi per la riuscita, anche nei dettagli, di questi cinque giorni che durano poco in confronto al lavoro che c’è prima e dopo… Tutto ciò viene creato da un gruppo di persone legate da una 'cosa' preziosa… l’amicizia e la collaborazione che saranno sempre più grandi di qualsiasi ricompensa. Grazie davvero!»

Tutto esaurito anche per i concerti serali e per gli intrattenimenti culturali proposti, a partire dalle giovani promesse Land Lord e Marianne Mirage sino a Piotr Peribowskij e Comedaccordo, passando per l'Alberto Borio Wind ensemble e “Parole che vanno, parole che vengono”, l'apprezzata relazione del prof. Gian Luigi Beccaria. Tra le installazioni grande successo per il forno di bottiglie realizzato da Roba che Skotta: uno spettacolo 'scintillante' che ha acceso la notte del Ferragosto monregalese. Grande partecipazione, infine, per il 4° Campionato Italiano di bocce quadre, così come ai numerosi laboratori dedicati ai bambini.

Una mostra da ricordare con un piacevole epilogo: l'alta adesione degli espositori alla visita del Museo Civico della Stampa. Una Mostra che vuole unire sotto un'unica insegna il territorio monregalese, varcando i confini provinciali e regionali, giungendo sino a quelli nazionali: l'alto Patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, concesso per il secondo anno consecutivo, vuole essere il primo tassello di un ulteriore ampliamento degli orizzonti...

Una mostra che può rimanere nel cuore e nelle case di monregalesi e non anche grazie agli oggetti simbolo dell'edizione 2016: da un lato il consueto piatto ad edizione limitata, firmato da Cinzia Ghigliano, dall'altro le calamite donate ai visitatori in grado di 'scovare' almeno venti parole nascoste nell'installazione. Il primo ad averle riconosciute è stato il giornalista Alessandro Nidi, al quale è stato consegnato un buono per due 'tavolozze' offerto dall'Agriturismo Acquadolce di San Biagio Mondovì.

I piatti rimanenti sono disponibili presso le pasticcerie monregalesi che ne han fatto richiesta, le lettere, invece, sono sin d'ora in vendita al prezzo di 5 €: il primo appuntamento pubblico è fissato per la mattinata di sabato 27 agosto, in piazza Cesare Battisti, dove verrà allestito un banchetto in cui sarà possibile acquistare le lettere. Per ulteriori informazioni, telefonare alla segreteria della Mostra dell'Artigianato Artistico (0174 552192).

Non solo oggetti simbolici ma anche un mezzo per garantire all'associazione i fondi necessari per investire in nuove manifestazioni, in grado di far risplendere di luce propria la Città di Mondovì.

Furti in Mostra: espositori ed organizzatori uniti!

La 48ª edizione della Mostra dell'Artigianato Artistico non è solo eccellenza ma anche solidarietà. I fatti: nella notte tra sabato e domenica 14 agosto una o più persone hanno derubato tre espositori di tutto il loro lavoro. Non solo le opere che erano presenti in Mostra ma anche il materiale che essi avevano con sé per continuare a produrre oggetti di ineguagliabile valore artistico.

I tre artigiani artisti colpiti dal furto, tutti siti in via Gallo, hanno trovato pieno sostegno non solo dall'organizzazione ma anche dalle Forze dell'Ordine e dai colleghi espositori. «L'accaduto ci ha profondamente colpiti - afferma Mattia Germone, presidente dell'Associazione “La Funicolare” - visto che per la prima volta in così tanti anni un atto doloso ha danneggiato i nostri espositori. Ieri mattina ci siamo subito mobilitati per cercare di arginare l'ingente danno ed abbiamo trovato intorno grande solidarietà e collaborazione».

Sebbene il contratto sottoscritto dagli standisti sollevi l'associazione "da qualsiasi responsabilità per furti, incendi o danneggiamenti del materiale esposto e di quanto altro possa accadere dall'allestimento allo smontaggio della mostra dell'artigianato", gli organizzatori hanno promosso quattro azioni solidali rivolte ai malcapitati, la maggior parte delle quali promosse in piena collaborazioni con tutti gli altri colleghi espositori presenti alla rassegna, a testimonianza della grande solidarietà tra colleghi.

«Non solo i colleghi effettueranno una raccolta fondi - spiega l'organizzazione - ma ognuno di loro donerà un manufatto che sarà possibile acquistare presso il banchetto organizzato dall'associazione “La Funicolare”. Inoltre, il ricavato della cena di fine Mostra verrà interamente devoluto ai tre standisti, così come il ricavato dalla venduta delle mille bottiglie frutto dell'installazione proposta da Robacheskotta. Azioni che sicuramente non potranno appianare il danno, ma che quantomeno argineranno l'ingente perdita. Ringraziamo sin d'ora le Forze dell'Ordine che hanno prontamente accolto la denuncia ed ha avviato le indagini. Allo stesso tempo abbiamo dialogato con tutti gli espositori che si sono dimostrati più che sensibili all'iniziativa solidale. Siamo profondamente spiaciuti per quanto accaduto, ma questa reazione ci offre nuovi stimoli».

Il banchetto con le opere verrà allestito a partire dalle ore 18.00 di lunedì 15 agosto, vi aspettiamo numerosi per poter porgere un concreto aiuto ad artigiani ed artisti che hanno subito questo grave danno.

Al via la MAA: “La tradizione delle tradizioni”

Quattro giorni di eccellenza artigiana, mostre, laboratori e concerti

Mondovì inaugura l'evento clou dell'estate non solo monregalese ma cuneese: una cinque giorni di eventi che, da quarantotto anni, illumina il borgo storico di Piazza ponendo i riflettori sull'eccellenza dell'artigianato artistico. Una grande intuizione nata, da un gruppo di volontari, quasi mezzo secolo fa e che ancor oggi cattura l'attenzione di un pubblico sempre più vasto e curioso, spinto sul Monte Regale dalla consapevolezza di riscontrare in primis un elevato standard qualitativo degli espositori.

La 48ª edizione della Mostra dell'Artigianato Artistico è stata inaugurata oggi pomeriggio sul palcoscenico attrezzato all'interno dello splendido salotto di piazza Maggiore. Numerose le autorità che hanno accolto l'invito di Mattia Germone, presidente dell'associazione “La Funicolare”, da quattro anni organizzatrice dell'evento in stretta collaborazione con l'Amministrazione Comunale, rappresentata dal sindaco Stefano Viglione e dall'assessore Guido Tealdi. L'evento è stato accolto dal vicepresidente della Fondazione CRC, Ezio Raviola, accompagnato dai consiglieri Elda Lombardi, Giuliana Turco ed Elvio Chiecchio; dal presidente della Camera di Commercio di Cuneo, Ferruccio Dardanello; dal presidente della Confartigianato Cuneo, Domenico Massimino, e dal presidente di Confcommercio As.Com Monregalese, Carlo Comino. Il Ministro Costa, assente per impegni istituzionali, ha salutato l'evento con una nota che ha sottolineato il prezioso Patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Il sindaco della Città di Mondovì ha descritto la Mostra come “la tradizione delle tradizioni”, vero e proprio fiore all'occhiello di un territorio che fa dell'eccellenza artigiana una delle principali colonne del settore produttivo e turistico.

Le tremila lettere dell'installazione “Parole che vanno, parole che vengono” colorano l'azzurro cielo monregalese, sovrastando i 100 espositori giunti a Mondovì da tutt'Italia e dall'estero e rendendo unica la coreografia del palcoscenico che si appresta ad ospitare i concerti dei Landlord (stasera), Marianne Mirage (domani, sabato 13 agosto), Piotr Peribowskij (domenica 14 agosto) e Comedaccordo (lunedì 15 agosto). Le stanze dei palazzi medievali di Piazza offrono ai visitatori non solo le loro meraviglie ma accolgono le numerose 'Mostre nella Mostra', ormai consuetudine dell'evento.

Cresce, inoltre, l'attesa per la conferenza del professor Gianluigi Beccaria, in programma sabato 13 agosto alle ore 18.00, presso la Sala Ghislieri: un vero e proprio viaggio all'interno della lingua italiana che a Mondovì trova omaggio pubblico con l'installazione dedicata al quindicennale del Museo Civico della Stampa.

La Mostra dell'Artigianato Artistico è aperta oggi, venerdì 12 agosto dalle ore 18 alle 24,00, sabato 13 dalle 14,00 alle 24,00, domenica 14 e lunedì 15 dalle 10,00 alle 24,00, martedì 16 agosto dalle 14 alle 18.

“Parole che vanno, parole che vengono”

Un allestimento ricco di riflessioni per omaggiare il Museo della Stampa

 

A Mondovì è ormai una consuetudine: ad agosto occorre rivolgere il naso all'insù! Non solo perché il cuore pulsante della Mostra dell'Artigianato Artistico è situato nel quartiere 'alto' di Piazza, ma anche per le curiose ed attraenti installazioni che dal 2014 animano le vie del centro storico monregalese. 
Dagli 'ombrelli' ai 'pallamondi' sino alle 'lettere' che in questi giorni danno vita a “Parole che vanno parole che vengono”: un omaggio ai primi quindici anni di storia del Museo della Stampa di Mondovì. Il fil rouge che unisce il centro storico di Breo a quello di Piazza, resi facilmente accessibili grazie alla presenza della funicolare, vedrà protagoniste ben tremila lettere dell'alfabeto riprodotte in carattere Bodoni, il primo della stampa tipografica. 
Dal bianco al rosso, passando per il blu ed il verde, sino al giallo ed al grigio: sei tonalità variopinte tra le quali troveranno collocazione anche venticinque parole che verranno poi disaminate durante la conferenza (intitolata proprio “Parole che vanno parole che vengono”) che il professor Gianluigi Beccaria terrà sabato 13 agosto, alle ore 18.00, presso la Sala Ghislieri. Il legame del noto linguista, critico letterario e saggista con il territorio del Monregalese ha radici profonde, risalenti agli anni della giovinezza trascorsi proprio all'ombra della Torre del Belvedere. 
«La preziosa collaborazione con il Prof. Beccaria - dichiara Mattia Germone, presidente dell'Associazione “La Funicolare” - ha dato origine ad un allestimento non solo attraente ma anche ricco di spunti di riflessione. Il giusto e profondo omaggio ad un'istituzione preziosa come il Museo della Stampa che proprio quest'anno festeggia i primi quindici anni di vita. Ed allora tutti a Mondovì, rigorosamente guardando in aria...».
Da via Marconi a vicolo del Moro sino alla via della funicolare, un veloce passaggio in 'fune' per continuare il percorso in piazza Maggiore, via Gallo, salita e giardini del Belvedere: non solo una quinta 'diversa' per le bellezze architettoniche monregalesi ma un passeggio culturale, alla ricerca dei vocaboli cardine della conferenza del prof. Beccaria. Un vero e proprio cammino nella storia della lingua italiana.

Seguici su Facebook per tutti gli aggiornamenti!

Mondovì: la Mostra ottiene il Patrocinio del MiBACT

Le telecamere della RAI riprendono l'opera degli artigiani artisti durante la Mostra 2015

Il riconoscimento del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo rende onore al Monregalese”

 

La notizia era nell'aria da giorni e, proprio in queste ore, ha trovato conferma: il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo ha concesso il Patrocinio alla 48ª edizione della Mostra dell'Artigianato Artistico.

«Per il secondo anno consecutivo - afferma Mattia Germone, presidente de “La Funicolare” - il Patrocinio del MiBACT rende ancor più autorevole la manifestazione che la nostra associazione ha l'onore e l'onere di organizzare da quattro edizioni. Il riconoscimento sancito dal Ministro On.le Dario Franceschini ci rende orgogliosi per il lavoro svolto non solo dall'associazione che rappresento ma dall'intero territorio monregalese, unito e fiero nel presentarsi ogni estate con questo evento che merita la ribalta nazionale. Ringraziamo inoltre il Ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, On.le Enrico Costa, da sempre vicino alle istanze promosse dal territorio in cui opera la nostra associazione. Un territorio che metterà in mostra l'eccellenza dell'artigianato artistico con capolavori cuneesi affiancati ad opere provenienti da tutta Italia e dall'estero».

A Mondovì una Mostra di respiro internazionale

Novanta espositori provenienti da tutta Italia e dall'estero

 

Si svolgerà venerdì 12 agosto alle ore 17,30 l'inaugurazione ufficiale della 48ª edizione della Mostra dell'Artigianato Artistico. L'atteso taglio del nastro avrà luogo nel cuore pulsante della manifestazione, il salotto barocco di piazza Maggiore che quest'anno sarà ulteriormente impreziosito dalla presenza dell'installazione temporanea dell'artista etiope Maazit Hailè: il mega mosaico di ceramica ritraente “L'ultima cena”. Un vero e proprio fiore all'occhiello in un contesto di assoluta eccellenza dell'artigianato artistico italiano.

Da via Vico, passando per l'antico Palazzo di Città, piazza Maggiore e l’affascinante Museo della Ceramica, via Francesco Gallo, la salita al Belvedere, il cortile della Biblioteca, gli edifici dell'ex Monte di Pietà e dell'Academia Montis Regalis con la suggestiva Sala Ghislieri sino ai giardini del Belvedere: un percorso costellato da oltre novanta espositori, inseriti in un contesto di assoluta eccellenza architettonica. Un trend in crescita non solo nei numeri ma anche nella qualità e nella verietà della proposta.

Da Roma a Treviso, da Rimini a Pisa, da Firenze a Genova, da Arezzo a Imperia: l'intera Penisola rappresentata da Nord a Sud, da Est a Ovest. L'arte della pittura in tutte le sue forme, la scultura, le ceramiche, l'arte vetraria, la lavorazione dei metalli, i libri d'artista, la pelletteria artigianale e numerosi artisti dalle eclettiche proposte, realizzate anche con materiali riciclati. Ardite lavorazioni in paglia e feltro, timbri d'autore, papillon in legno sino al suono della ceramica: fischietti provenienti direttamente dall'Austria per una Mostra di respiro internazionale. Un “parterre de roi” per un evento che illuminerà le giornate e le serate del Ferragosto monregalese.

Non solo eccellenza in Mostra ma anche eccellenza sul palcoscenico che, come da tradizione, proporrà un palinsesto ricercato e pronto a stupire. Spettacoli che negli anni sono stati precursori, l'inizio di una vera e propria ascesa di popolarità per i singoli artisti, a partire da Levante. Quest'anno due saranno gli appuntamenti clou: apertura di palinsesto, giovedì 12 agosto, affidata ai “Land Lord”, l'indi band che ha stupito sul palcoscenico di X-Factor, in arrivo a Mondovì prima della trasferta ungherese al prestigioso Sziget Festival (Budapest); venerdì 13 agosto, sempre a partire dalle 21,30, palcoscenico riservato a Marianne Mirage, astro nascente della musica italiana, già protagonista al recente Coca-Cola Summer Festival, oltre che ospite al Grand Hotel di Piero Chiambretti su Canale5.

La Mostra dell'Artigianato Artistico sarà aperta venerdì 12 agosto dalle ore 18 alle 24,00, sabato 13 dalle 14,00 alle 24,00, domenica 14 e lunedì 15 dalle 10,00 alle 24,00, martedì 16 agosto dalle 14 alle 18: cinque giornate non solo dedicate all'arte dell'artigianato ma anche alla musica live, a laboratori dedicati ed intrattenimenti vari. Il tutto impreziosito dal 4° Campionato Italiano di bocce quadre (domenica 14 agosto): tra i tanti eventi nell'evento... 

Mondovì torna capitale dell'Artigianato Artistico

Mostre nella Mostra, iniziative culturali, concerti, spettacoli e laboratori

L'assoluta eccellenza artigiana crea un sodalizio ideale con il borgo di Piazza”

A pochi passi da un traguardo storico, il mezzo secolo di vita, la Mostra dell'Artigianato Artistico di Mondovì continua il suo percorso di valorizzazione del borgo antico di Piazza unito in un sodalizio ideale con l'eccellenza dell'arte dei maestri artigiani. Il salotto barocco di piazza Maggiore, i giardini del Belvedere, i palazzi medievali ed i gioielli architettonici del capoluogo monregalese stanno per aprire i battenti, mostrando ai numerosi visitatori le proprie meraviglie.

«L'assoluta eccellenza dell'artigianato artistico - afferma Mattia Germone, presidente de “La Funicolare” - crea un sodalizio ideale con la Città di Mondovì ed in particolare con il borgo di Piazza. Opere di elevata caratura artistica in un contesto di raffinata e rara bellezza. La Mostra dell'Artigianato Artistico rappresenta una tradizione che portiamo avanti grazie alla cooperazione tra diverse realtà e la consapevolezza di essere assoluti protagonisti nel panorama provinciale. Un programma volutamente ambizioso perché viviamo in una Città ambiziosa! Mondovì sei bella così!»

Dal grande successo dei “Doi Pass” passando per il forte richiamo di “Cinema sotto le Stelle” sino alla “Mostra dell'Artigianato Artistico”: manifestazioni diverse tra loro con un comune denominatore, la valorizzazione del centro storico del capoluogo monregalese, il centro commerciale naturale di Mondovì. Due mesi vissuti sotto i riflettori per un passeggio sempre più agevole, uno “struscio” in completa libertà grazie alla creazione della ZTL di Breo che dal 5 dicembre 2015 è divenuta una splendida e consolidata realtà.

Negli anni la Mostra è divenuta catalizzatore di numerose ulteriori iniziative, tutte sviluppate intorno all'evento 'madre' che quest'anno proporrà un centinaio di espositori provenienti da tutta Italia. Dall'inaugurazione ufficiale, fissata alle ore 17,30 di giovedì 12 agosto, sino alle ore 18,00 di martedì 16 agosto, nel salotto barocco di Piazza Maggiore, nelle vie ad esso attigue e nella salita verso il panoramico Belvedere, non solo troveranno giusta collocazione l'eccellenza italiana dell'artigianato artistico ma prenderanno vita numerosi appuntamenti. La Mostra dell'Artigianato Artistico sarà aperta giovedì 12 agosto dalle ore 18 alle 24,00, venerdì 13 dalle 14,00 alle 24,00, sabato 14 e domenica 15 dalle 10,00 alle 24,00, martedì 16 agosto dalle 14 alle 18: cinque giornate non solo dedicate all'arte dell'artigianato ma anche alla musica live, a laboratori dedicati ed intrattenimenti vari.

Tra le novità più apprezzate degli ultimi anni l'installazione aerea che accompagnerà anche quest'anno la Mostra. Il 2014 l'anno degli ombrelli, il 2015 i pallamondi dedicati ad Expo. Ed il 2016? Come da tradizione sarà una sorpresa... L'allestimento partirà da Mondovì Breo (via Marconi, vicolo del Moro, via Funicolare) fino a Mondovì Piazza (via Vasco, piazza Maggiore, via Gallo fino ai giardini del Belvedere). «Anche quest’anno - continua Germone - l’associazione “La Funicolare” vuole stupire tenendo tutti con il naso all’insù: per ora sveliamo solo il tema dell’allestimento che intende ricordare i 15 anni di apertura del Museo della Stampa». Il progetto prevede anche il coinvolgimento di un nome autorevole il professor Gianluigi Beccaria, storico della lingua italiana, sarà presente in loco, sabato 13 agosto, per una curiosa conferenza a tema.

E se cercate oggetti destinati a diventare 'pezzi unici', non perdetevi il piatto commemorativo della Mostra: esemplari ad edizione limitata, realizzati nell'antica fabbrica di ceramica Besio 1842, impreziositi dall'opera pittorica su disegno di Cinzia Ghigliano. Dopo le edizioni del 2011 e 2012 sul piatto ritorna la simpatica 'galletta' che da qualche anno identifica la Mostra dell’Artigianato Artistico di Mondovì.

 

 

 

Edizioni precedenti